domenica 2 agosto 2009

Il patto

Lo sai che i patti sovente si sciolgono
come cinture di kimono che
ti fanno nuda scivolando ai piedi?
Nuda come la verità, la rosa
che annaffio ogni giorno nel mio giardino.

Così, lo vedi, io ho onorato il debito
invece tu vi hai posato veli,
come gli stracci disposti sui mobili
di una casa che si è abbandonata.

 

Kali Rezo, “Kimono I”

 

2003

3 commenti:

Asia ha detto...

Onde evitare che - tu possa dire la stessa cosa di me - circa la volontà di allontanarmi per un po' nei miei silenzi. Ho immediatamente pubblicato un vecchio testo. Così la mia casa non è abbandonata. Grazie Renoir. Magnifica lettura. Ciao. Asia

Voglio ha detto...

Ti seguivo tempo fa, avevo un blog usandoiltempoelasciandosiusare

Le tue poesie sono sempre magnifiche

Nicole

DR ha detto...

Eh, Asia, è agosto...

Voglio, ti ringrazio. Mi ricordo del tuo vecchio blog, c'erano delle belle poesie. Mi sono iscritto a quello nuovo.