lunedì 31 agosto 2009

Il sapore di una susina rossa

Il sapore di una susina rossa
mangiata nell'ozio di un sottoscala
mentre fuori piove e l'umidità
arriccia vecchi fogli di giornale.

L'estate che svanisce è tutta qui,
nella dolcezza soda e zuccherina
che si fa aspra dopo l'ultimo morso.

 

Dronma, “The Oa summer rain”

 

2009

domenica 30 agosto 2009

Il cielo lucertola

In un rigagnolo il cielo lucertola
guizza veloce - lo pensi sparito,
nascosto nell'ombra della sua tana,
invece con le zampette leggere
torna a riflettersi, bianco di nuvole,
e di nuovo scompare dentro il nulla.

Per trovarlo, devi alzare la testa,
cercare le torri dove ora regna,
immemore di essere stato piccola
lucertola nel rio di una fontana.

 

 

2009

sabato 29 agosto 2009

Vola

Vola il nibbio nel chiarore dell'alba,
alto sui boschi umidi di rugiada,
sulle acque verdi del fiume, sul velo
grigio del lago che diventa specchio.

Vola e non sa gli affanni degli uomini,
il sonno lungo e triste dell'oblio,
l'ansia che pervada le loro fibre.

Vola inanellando dei larghi cerchi
con il suo ritmico battere d'ali
leggero leggero là tra le nuvole.

 

© Arpnet

 

2009

venerdì 28 agosto 2009

Battaglie d’amore

Da lontano inseguirsi, pedinarsi,
tendersi agguati all’ora del tè.
Con ali d’angelo spingere a volare
nel cielo estivo l’amore perduto.

Ritrovarsi nello specchio di un’alba
con i vestiti nuovi e lo stupore,
lo sguardo acceso e i ponti riallacciati,
scoprire nel passato l’avvenire.

 

© Elise Hardy

 

2009

giovedì 27 agosto 2009

Vivere un giorno

Non è stato che un attimo, un raggio
di sole acceso sui capelli biondi.

Vivere un giorno per tutta la vita
e ritrovarsi la notte nei sogni.

Svegliarsi abbracciati alla solitudine
tenendo stretto il lembo di un ricordo
e il tuo riflesso sul velo dell'anima.

 

Mike Jory, “Stripes

 

2009

mercoledì 26 agosto 2009

Agosto a Lecco

Nell'acqua grigia pescano i ragazzi
tra i riflessi dei ponti e la città.
Le loro lenze sostengono il cielo
pesante d'afa e di nuvole stanche.

Ai tavolini i turisti accaldati
bevono birra e fogli di baedeker
stirando in un sorriso la fatica
di guardare e le scarpe da passeggio.

Il lago fermo nel caldo d'agosto
ride come un vecchio battelliere.



2009

martedì 25 agosto 2009

Il canto sommesso del vento

Ascolto il canto sommesso del vento,
dolce frusciare di spazzole jazz
nella notte che sa d'estate e caldo.

È vento che viene dal mare e soffia
in faccia un'aria di sale e eucalipti,
vento che ha attraversato le città
vuote d'agosto e ne ha spazzato l'afa
come una spugna sopra una lavagna.

Ora, leggero, suona lo xilofono.

 

Susett Heise, “Herbstgeister”

 

2009

lunedì 24 agosto 2009

Profumo d’estate

Regna la calma verde dei giardini
e bianchi cirri vagano nel cielo
illuminati dai lampi dell'afa.

C'è profumo d'estate tra i gerani
e un gusto di limoni nel bicchiere.

L'ora che fugge ha il volto del ricordo.

 

Claude Monet, “La Terrasse à Saint-Adresse”

 

2009

domenica 23 agosto 2009

Un silenzio

La sua risposta non fu che un silenzio.
Non replicò nulla alla domanda
che sorridendo io le avevo posto.

Anche la mia domanda era un silenzio,
un tacito intuirsi  a fior di pelle.

Eppure lei comprese la domanda,
e io compresi quella sua risposta.

 

Harold Knight, “In the spring”

 

1994

sabato 22 agosto 2009

Il gusto della sera

Di assaporare il gusto della sera
rosa e giallo mi resta una gran voglia,
seduto dove l'ombra cede al buio
e ritaglia lucerne sui balconi.

Tu parli di ricordi e di emozioni,
io di lavori da fare in giardino.
Le falene svolazzano ai lampioni,
ostinate a inseguire un'illusione,
come noi su questa larga terrazza.

 

Anita Munman, “Moonflower & Moth”

 

2009

venerdì 21 agosto 2009

Amore oscuro

Le stelle cadono nelle fontane
e ne zampillano rivoli d’oro.
Gli innamorati vanno lungo il fiume
bevendosi il profumo dei limoni.

Il pagliaccio triste di García Lorca
Suona il suo mandolino di passioni,
la luna sale sui fili d’argento,
invidiosa dopo l’ultimo bacio.

 

Disegno di Federico García Lorca

 

2009

giovedì 20 agosto 2009

Così ti riconosco

Così ti riconosco, dall'impronta
del tuo tacco dentro il cuore.

E, di questo dolore, ancora vivo
del suo sbocciare in un nuovo mattino.

Ne traggo forza per andare avanti
come il pino ha linfa dalle radici.

 

© ModaFollia

 

2009

mercoledì 19 agosto 2009

La strategia del cuore

La strategia del cuore è la muraglia
ma tu devi superare i confini,
allargare le mani all'orizzonte
per abbracciarlo tutto, per conoscerlo.

Sapere non è altro che riconoscere,
avventurarsi con occhi curiosi.
E varcherai te stesso per potere
comprendere la voce di ogni uomo.

 

Susan Cunningham, “Villeneuve-Loubet-Plage”

 

2008

martedì 18 agosto 2009

Il pozzo

Calo il secchio nel pozzo dell'estate
per vedere se in fondo vi ritrovo
la luna o il tuo ricordo, se nell'acqua
scura barbaglia un riflesso di luce.

Nulla. Soltanto il buio e una parvenza
di suono, il grave rumore del vuoto.
Ma quando il secchio torna in superficie
l'illusione di Frost e di Montale
appare anche a me, misero discepolo:
il tuo volto? Uno scorrere di nubi?
Uno scintillare di lame? Dio?


2009

lunedì 17 agosto 2009

Ritrovata!

Ritrovata! In un oscuro angolo
del mondo - un paese ancora sconosciuto,
con i portici e antichi edifici -
ritrovata seguendo ragnatele
fitte come gli snodi di autostrade
e i giorni che ho intrecciato senza te.

E adesso mi sorridi dolcemente
mentre mi perdo a guardare i capelli
più chiari, l'abito estivo che veste
con grazia il tuo corpo, lo sguardo acceso...
Il tempo è ripartito, riannodati
i fili che un giorno noi recidemmo.

 

Karen McIntyre, “Land of Canaan”

 

2009

domenica 16 agosto 2009

Mezzogiorno di agosto

Ho sorpreso la nebbia del mattino
dove il sole batteva la riscossa.
I fili del grano già la tessevano,
segnavano già sottili ragnatele.

Adesso in questa immobilità
del mezzogiorno non è che un ricordo
leggero come i giorni sulla spiaggia
e le parole dette con gli amici.

L'estate scivola lentamente,
disegna i suoi orizzonti tra le foglie.

 

Christine Debrosky, “Noon against the wall”

 

2008

sabato 15 agosto 2009

Sera di festa

I colori si accendono, divampano
- nera terra di torba sotto il pesco,
il frutto, spaccato. è appeso nel cielo
oltre gli ibischi, oltre il capannone.

La strada di agosto ancora tace,
i passanti camminano in silenzio
portando a spasso la sera di festa.

 

Diane Romanello, “Among friends I”

 

2008

venerdì 14 agosto 2009

Vigilia di Ferragosto

Mi abbevero all'ombra delle parole
e arredo la parete del soggiorno
che mi consegneranno a metà ottobre.

Se nel termometro galileiano
l'ultima boccia ritorna a salire
forse il tempo e l'umore cambieranno.

L'aggiornamento che ti faccio è solo
una lucerna azzurra nella notte,
come idee sul catalogo dei mobili.

Passa il tuo Ferragosto come credi,
radunerò la piccola combriccola
e a sera verrà la malinconia.

 

Henri Matisse, “Interno con fonografo”

 

2008

giovedì 13 agosto 2009

Tra due fuochi

Alleno i miei guai ad allontanarsi
e invito le piccole gioie a espandersi.

La foschia copre le colline grigie,
l'afa cancella i profili dei monti.

Tra due fuochi cammino in equilibrio
cercando di stirare in un sorriso
la smorfia disegnata dal mattino.

 

Alexander Millar, “Tightrope”

 

2009

mercoledì 12 agosto 2009

Natale ad agosto

Sui vetri luminarie di Natale
ma il vento caldo mi dice che è agosto.
Un'inferriata, il sole del tramonto
e il gioco è fatto: illusione e magia.

 

© Shannon McKenna

 

2009

martedì 11 agosto 2009

Un graffio d'argento

Ho visto un graffio d'argento nel cielo
e il desiderio mormorato al buio
dopo le diciannove si è avverato.

Avessi chiesto te, ora mi rammarico...
Ma chi non crede agli oroscopi neanche
alle stelle può credere, ai quadrifogli.

Rimani in questo limbo dell'amore
dove il tempo non passa e sei ragazza.


© Deanna Roy



2008

lunedì 10 agosto 2009

Fuoco sotto la cenere

Della voce perduta tra gli scogli
rimane l'eco al centro del ricordo.
Alle memorie che invano ti chiamano
tu non rispondi - penso che sei
fuoco sotto la cenere, e forse mi sbaglio.

Radice fossile dentro il mio cuore
sei, tempo che si è fatto pietra e pesa
ma che talora improvviso fiorisce.



Laura Knight, "A dark pool"


2009

domenica 9 agosto 2009

Una sera di agosto

I.

Nell'oro giallo del tramonto gli aceri
risplendono come i meli di Atlante.
L'estate brilla su feste in cortile,
su famiglie che cenano in terrazza.

II.

Infiamma il cielo l'ultimo bagliore
e lo salutano gli allegri canti
di ragazzi in cerchio intorno a un falò.

III.

Dall'altro lato già sale la luna,
la perla luminosa della sera,
a rabescare le torri d'Oriente.


© Borgo Borromeo


2009

sabato 8 agosto 2009

Amo l'estate

L'insegna rossa del supermercato
si riflette tra nuvole di ovatta
sul piano inclinato del parabrezza.

Amo l'estate, il profumo di menta,
il giallo dei limoni nel sacchetto,
grassi pesci caduti nella rete.

Sulle colline campanili aguzzi
e chilometri verdi di vigneti,
l'aria del lago scivola leggera.

Tra l'erba del fossato il cuore rosso
di un papavero batte con il mio.


Longo, "Provencal Village XI"


2009

venerdì 7 agosto 2009

Cambio di vento

Ho avvertito nell'aria il mutamento:
un colpo d'ala dato dalla gazza
o l'avvitarsi di un seme di tiglio.

Il vento cambia, impercettibilmente.
Le nuvole leggere si radunano
come un gregge lanoso nell'azzurro.

E l'estate trascorre lentamente,
il fiume calmo scende alla confluenza.
La sera stinge nel rosso scirocco.


Judith I. Bridgland, “Windy day, Glen Falloch”


2009

giovedì 6 agosto 2009

Suona, amico, suona

a Silvio Miglio

Suona, amico, suona il tuo rhythm'n'blues
o forse preferisci del flamenco,
lanciarti in un assolo dei Pink Floyd
o in virtuosismi antichi del Barocco.

Suona, amico, suona come allora,
quando toccavi con dita leggere
la chitarra e parlavi del futuro,
delle passioni, della libertà.

Gli anni sono volati come foglie
nel primo vento d'autunno. Non più
ci siamo rivisti. Le tue promesse
e le mie, parole di marinai.

 

Miglio

2000

mercoledì 5 agosto 2009

Luna piena

La luna piena splende sopra i colli,
«l'anello alla falange» tu dicevi
come fosse la vera che ci univa.

Questa notte la guardo solitario:
io non ho più la forza del passato
e ho gettato via i miei calendari.

 

Croci, “Full moon”

 

2004

martedì 4 agosto 2009

La giungla

Avanzare nel buio della giungla
all'erta contro ignoti pericoli
con cautela posare passo a passo.

La giungla che è dentro ognuno di noi.

 

Henri Rousseau, “Tramonto nella giungla”

 

2003

lunedì 3 agosto 2009

Taormina

"Ogni pietra è fibra di cuore."
GIUSEPPE VILLAROEL

Gli ibischi rossi del grande giardino
catalogati uno ad uno nel cuore
come la chiostra dei tuoi denti bianchi,
come le efelidi sulla tua pelle.

I gerani nel vaso di granito
gareggiano con il mare intravisto
oltre i capelli schiariti dal sole,
con la tua presenza sotto le palme.

Taormina è un belvedere sulla costa,
la meraviglia delle creste bianche
nel mare di turchese e d’oro fino.
Tu sei altrettanto degna di memoria
con le tue braccia piene di monili,
con i tuoi seni lucidi d’amore.


Teatro8

2003

domenica 2 agosto 2009

Il patto

Lo sai che i patti sovente si sciolgono
come cinture di kimono che
ti fanno nuda scivolando ai piedi?
Nuda come la verità, la rosa
che annaffio ogni giorno nel mio giardino.

Così, lo vedi, io ho onorato il debito
invece tu vi hai posato veli,
come gli stracci disposti sui mobili
di una casa che si è abbandonata.

 

Kali Rezo, “Kimono I”

 

2003

sabato 1 agosto 2009

Sera chiara

Com'è chiara la sera! Si distende
sulle colline sciogliendo il suo velo
di luce a avvolgere le vecchie ville,
i casali dispersi tra i castagni.

E vado camminando lungo il porfido
con la mia solitudine a tracolla
e il tuo ricordo stretto nella mano.

 

John Cunningham, “Evening, Ardnamurchan”

 

2009