giovedì 14 agosto 2008

Una dolcezza di miele

Leggo parole antiche di un poeta
e ascolto musica di Mozart. Fuori
stormisce il vento e il sole già colora
di rosso i vetri. Vola una farfalla
dalle ali nere e arancioni, si libra
leggera quasi seguendo le note
della Sinfonia numero 40.

Ho gustato una dolcezza di miele.











Salvador Dalì, "Paesaggio di farfalle"

4 commenti:

Anonimo ha detto...

è molto carino il disegno però che cavolo piegalo un pò di più nn solo con quelle 4-5 strofettedi poesia...

Anonimo ha detto...

ops scs volevo dire spiegalo non piegalo...

DR ha detto...

Mi è piaciuto il lapsus: ho pensato all'origami...

Di solito i poeti non spiegano i loro versi, ma stavolta mi sento in dovere di farlo, perché sono davvero oscuri: la dolcezza è l'emozione data dal complesso di cose che formano quel momento - la lettura di una poesia (Garcia Lorca), la Sinfonia n. 40 di Mozart, la sera languida d'estate, la farfalla che vola nel tramonto e sembra seguire il ritmo della musica...

Anonimo ha detto...

ok cosi va meglio...