giovedì 28 agosto 2008

Magritte

I.

Alla finestra fiori ed un dipinto
di Magritte: lune nude e senza stelle.
Tu dicevi parole con un senso
ma nel mare quel senso si sdoppiava
come fanno i pensieri dentro il vino.
E nel ricordo il tempo si raddoppia,
triplica, rassomiglia all’infinito.

II.

Non c'è dubbio: sei bionda come un giorno
di sole con il cielo azzurro, il mare
e bianchi cirri soffici d'ovatta.
Il tuo sorriso è più reale del reale
e tra sogno e realtà tutto compenetra:
magia, passione, purezza e bellezza...
Sembra che quello che non è non solo
sia ed esista, ma che sia sempre stato.

1993





















René Magritte, "La magie noire"

Nessun commento: