venerdì 4 luglio 2008

L'ora azzurra


Quando la sera cade sulle ortensie,
sugli alberi da frutto del giardino,
l’odore dei tigli si prende l’aria,
diffonde quella sua dolcezza amara.

È l’ora azzurra dell’ultima luce:
la luna già si arrampica nel cielo,
le finestre si accendono dei fuochi
freddi e mobili dei televisori.

È l’ora in cui addomestico i pensieri
davanti alla tovaglia di cerata,
seduto al fresco sulla sedia bianca,
nella penombra anonima del giorno.














Heide König , "Ouarzazate"

2 commenti:

Lucy ha detto...

difficile trovare dei poeti veri. tu lo sei...davvero!!

DR ha detto...

Non ho parole, Lucy... arrossisco